2° MEETING DEI GIOVANI CONSULENTI DEL LAVORO DELLA LOMBARDIA E DEL TRIVENETO

Scritto da Eva Viggiani.

04 01Si è da poco concluso il 2° meeting delle Associazioni dei Giovani Consulenti del Lavoro della Lombardia e del Triveneto. L'evento, ospitato in uno dei cinema più antichi d'Europa nella splendida città di Vicenza, ha rappresentato una prassi che ormai sta consolidandosi tra i giovani appartenenti alla categoria: FARE RETE.
L'iniziativa, infatti, ha coinvolto più di 100 giovani consulenti che si sono dati appuntamento Venerdì 23 e Sabato 24 settembre, per partecipare ad un meeting a loro e solo a loro dedicato. Niente discriminazione nei confronti dei consulenti "senior", ma le Associazioni dei Giovani Consulenti del Lavoro hanno voluto fortemente tale incontro, per consentire ai neo iscritti e ai giovani associati di ritrovarsi ad un appuntamento che già l'anno scorso, alla sua prima edizione nel Bresciano, aveva accolto molti consensi.
La COMUNICAZIONE PROFESSIONALE era il tema su cui verteva la "due giorni" Vicentina. Nessun nome illustre, nessun relatore noto, ma giovani consulenti che hanno voluto cimentarsi nell'ars oratoria.
I giovani colleghi di Vicenza hanno infatti presentato due progetti da loro realizzati, che hanno voluto condividere con le altre associazioni giovanili. Il primo lavoro proposto è stato un E-book dedicato ai neo professionisti ossia un formulario, ideale per chi entra nel vivo della professione e deve approntare tutta la documentazione necessaria ed obbligatoria per l'esercizio dell'attività (incarico professionale, delega al libro unico, etc. ...). Il libro digitale vuole essere uno strumento utile per i neo iscritti, conformemente a quanto previsto dallo Statuto delle varie Associazioni dei Giovani Consulenti del Lavoro, che, tra gli altri obiettivi, ha proprio quello di far da tramite dal mondo del praticantato al mondo dei professionisti.
La mattinata del Venerdì ha visto, però, la presentazione di un altro progetto, meno pratico ma sicuramente di interesse generale. I colleghi vicentini hanno infatti relazionato circa una materia che spesso viene sottovalutata: LA DEONTOLOGIA PROFESSIONALE. Concorrenza sleale e pubblicità informativa i temi trattati. Anche in questo caso nessun nome illustre, ma giovani colleghi che hanno voluto affrontare un argomento quanto mai spinoso, ma allo stesso tempo all'ordine del giorno.
La giornata del Venerdì è entrata nel vivo della comunicazione grazie all'intervento della giovane coach Alice Armanasco, la quale ha illustrato anche con esempi concreti ed esercitazioni, le tecniche della c.d. "COMUNICAZIONE AUTENTICA". Una evoluzione della PNL, volta a gestire con maggior consapevolezza gli effetti emozionali di alcune nostre locuzioni o atteggiamenti. Il fine di questo corso, ovviamente, è stato quello di fornire a tutti i giovani presenti alcune nuove competenze utili nella vita e nel lavoro.
Non sono mancati, naturalmente, eventi 'ludici' e conviviali, che hanno permesso ai partecipanti di poter condividere ulteriori momenti per il confronto professionale e per una maggiore conoscenza personale.
I lavori del sabato mattina si sono tenuti presso la sede dell'Ordine di Vicenza e si è parlato di "MEDIAZIONE CIVILE E COMMERCIALE". Analizzati brevemente gli aspetti giuridici di questo importante strumento di risoluzione delle controversie alternativo alla giustizia ordinaria, cinque colleghi abilitati quali mediatori civili e commerciali grazie ad un corso organizzato dall'O.M.C.C. di categoria, hanno dato vita ad una coinvolgente simulazione di un conflitto così da offrire a tutti i presenti una chiara dimostrazione del ruolo fondamentale e avvincente del mediatore. Molti presenti hanno manifestato, a seguito della rappresentazione, l'intenzione di intraprendere questa strada iscrivendosi al prossimo corso attualmente in fase di organizzazione. Come lo scorso anno il meeting si è concluso pensando già agli eventi futuri, da organizzare tutti insieme..
Il meeting è stato un successo e la chiave di questo successo sta proprio in coloro che vi hanno preso parte, nei giovani consulenti che vivono la professione e la categoria professionale, ma il successo sta soprattutto nei giovani consulenti del presente che con la loro passione e dedizione al lavoro, sapranno scrivere le pagine del domani.

postit 160

Post-it